Cavatelli pugliesi con ceci e broccolo romanesco

Eccomiiii!!!! ….come state????🤞😷🍀🍀🍀

Io bene…. grazie😉👌… vi ringrazio davvero tutti per i messaggi che mi mandate 🤗 tramite mail e notifiche WP per rimanere connesso e spronarmi a “partorire qualcosa di nuovo” che possa soddisfare la vostra curiosità sul mondo veg.

Oggi andiamo su un “classico tradizionale”… un primo piatto che potrebbe scaldare gli animi e i palati di tutti dato che qualche giornata invernale la fa ancora da padrona nonostante alcune bellissime ore di sole che questo Marzo ci sta regalando.

I legumi… andremo di ceci, ma quelli “boni”… non roba da scatolame! 😝👎 Quindi armatevi di santa pazienza e preparatevi ad un loro ammollo che durerà minimo 12 ore… ebbene sì, le “cose bonehanno bisogno di tempo per poter essere realizzate.

La pasta che utilizzeremo, i cavatelli sono un formato di pasta tipica del profondo sud, della Puglia precisamente, il cui nome significa per l’appunto che vanno calcati con un dito” per ottenere la forma incavata. Mooolto ma mooolto gustosi e adatti sia per essere adoperati in zuppe che in primi piatti con sughi e salse.

Siete pronti???… Ho la sensazione che sarà qualcosa di gustosissimo e anche molto semplice… i vostri commenti certificheranno 😜👍

Ingredienti (per due persone):

140gr di ceci secchi (di solito io mi regolo in 60/70gr di per persona)

150gr di cavatelli di semola di grano duro (formato di pasta tipico pugliese)

1 broccolo romano di media piccola grandezza

1 foglia d’alloro

1 fetta di pane possibilmente integrale

1 spicchio d’aglio privato dell’anima

4/5 pomodori piccadilly (o ciliegino andranno benissimo)

qualche pomodoro secco sott’olio

pepe (in grani preferibilmente)

peperoncino

olio evo

sale

Ciò che occorre procurarsi – e di qualità buona dovranno essere -, indiscutibilmente italiani e che saranno uno degli ingredienti principali del nostro piatto sono i CECI secchi.

Capisco che per praticità molti di voi storcono il muso quando sentono la messa in ammollo dei legumi secchi (perchè è necessario parecchio tempo) ma vi assicuro che la qualità della materia prima è esageratamente differente e al 99% delle volte chi sceglie di consumare legumi secchi – non torna più indietro – lasciandosi alle spalle “lo scatolame”.

Visto che è periodo, ci procuriamo anche un broccolo romano, dell’aglio italiano e dei pomodorini.

I ceci come vi dicevo in apertura, dovranno essere messi in ammollo almeno 12 ore prima del loro utilizzo (dico almeno perchè il sottoscritto arriva a tempistiche anche di 36 ore, ma lasciate perdere 😝👎 io sono “fuori di testa” per ‘ste accortezze debbo riconoscerlo) e dovremo ricordarci di cambiare diverse volte l’acqua nella quale staranno in ammollo.

Trascorso il tempo dovuto, date un’ultima lavata ai ceci che saranno così pronti per essere cotti.

Quindi andiamo a mettere in una pentola a pressione 1 filo d’olio, 1 spicchio d’aglio privato dell’anima, 1 foglia d’alloro, una grattata di pepe, qualche pomodorino tagliuzzato che regalerà colore e un tocco di acidità al nostro piatto e in ultimo i nostri ceci.

Sigilliamo la nostra pentola a pressione e mettiamo a cottura il tutto per ben 45/50 min con la proporzione circa di 3 parti d’acqua ogni 1 di legumi.

Su internet leggo tempistiche di granlunga inferiori quando si parla di pentola a pressione, 🤔 ma 2 son le coseo la mia non è una pentola a pressione o qualcuno scrive e semina consigli senza aver testato con mano l’argomento di cui parla😝👎… e questo non è un bene.

Quella che vi propongo io è “cucina veritiera” 😉👌 vale a dire che le ricette che posto le testo, assaggio, ripropongo più volte prima di farle finire sul blog altrimenti non sarei in grado di trasferirvi la giusta sensazione che la stessa regala al palato.

Mi raccomando non salate i legumi prima della cottura. I legumi si salano verso gli ultimi 7/8minuti dal termine di cottura.

Nel mentre… laviamo bene il nostro broccolo romanesco e lo posizioniamo nel cestello per la cottura a vapore

che non dovrà andare oltre gli 8/12 minuti altrimenti si sfalderebbe e noi non vogliamo una poltiglia,

ma dobbiamo assaporarne la giusta consistenza e preservare quanto più possibile i suoi valori nutrizionali.

A cottura ultimata

lo ripasseremo velocemente in padella con un filo d’olio evo pochissimo peperoncino fresco e uno spicchio d’aglio (ovviamente senz’anima) e una leggerissima grattata di pepe.

Dopo che saranno trascorsi per i nostri ceci i 40 minuti di cottura in pentola a pressione, faremo depressurizzare la pentola, ci accertiamo della loro cottura e li saliamo😉👍

Riarmiamo dunque la pentola a pressione e seguitiamo per gli ultimi 5/6min

Ne preleviamo un paio di cucchiai con cui andremo a ricavare una crema molto grossolana schiacciandoli assieme a qualche cimetta del nostro broccolo cotto a vapore con l’aiuto di una forchetta.

Il consiglio è di aggiungerci durante questo procedimento un cucchiaio di lievito alimentare in scaglie inattivo e un giro d’olio evo.

Passiamo alla pastaimportantissima in quanto i carboidrati dei nostri cavatelli permettono al nostro organismo di assorbire meglio le proteine dei ceci. Sceglieteli di semola di grano duro e quanto più caserecci possiate trovarne in commercio in modo che siano ruvidi/corposi e che trattengano i sapori che i nostri legumi dovranno ceder loro.

Li tuffiamo in acqua bollente che andremo a salare

e li scoleremo ben 1min e mezzo prima della trempistica consigliata in quanto poi li andremo a far riposare

assieme ai nostri legumi e al resto delle cimette di broccolo per circa un paio di minuti in modo che gli amidi legheranno bene e faranno il loro gioco.

Prendiamo dei gustosissimi pomodori secchi sottolio,

li scoliamo per bene e li tagliamo a listarelle molto sottili.

Impiattiamo aggiungendo qualche piccolo crostino di pane integrale che avremo fatto precedentemente tostare in una padella antiaderente lucidando con un filo leggerissimo di extravergine d’oliva.

Il corroborante gusto dei legumi caldi, col pizzico d’acidità dei pomodori secchi, la croccantezza dei crostini di pane e l’abbraccio morbido del broccolo sarà un’estasi favolosa per il vostro palato! Un equilibrio di gusto e valori nutrizionali davvero incredibile!

Vi abbraccio numerosi dato che qui su WP è possibile farlo 😷😜👍 e soprattutto mi premeva ricordare che mangiare vegano NON significa di certo rinunciare ai sapori.

V.

153 commenti Aggiungi il tuo

  1. langolinonascosto ha detto:

    Assolutamente da provare

    Piace a 1 persona

    1. Chef V. ha detto:

      L’intento d’incuriosire puo’ ritenersi raggiunto💪😜

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...