Rigatoni “non a norma” con melanzane, pinoli e noci

Le melanzane.
Fra gli ortaggi più versatili in cucina. Adoperate spesso per la realizzazione di conserve, ottime fritte, ripiene, grigliate e per ottenere piatti semplici e gustosi.

L’importante è la loro cottura. Impossibile mangiarle crude a causa del loro sapore fortemente amaro, per la presenza di solanina, che può arrecare disturbi al nostro organismo. Per questo è necessario mangiarle sempre cotte, visto che con la cottura questa sostanza si degrada quasi completamente.

Ingredienti (per 2 persone):

180 g di rigatoniAvat_pag

1 melanzana nera di media grandezza

1 spicchio d’aglio privato dell’anima

Salsa di pomodoro

Pinoli

3 Noci

Sale

Olio evo

Pepe

Basilico

Lievito alimentare in scaglie (in alternativa potete utilizzare il pangrattato)

Partiamo riducendo a cubetti la melanzana dopo averla ben lavata .

IMG_7497

Intanto in una padella mettiamo 3 cucchiai colmi di olio evo e lasciamo imbiondire uno spicchio d’aglio che avremo privato dell’anima e diviso in quattro.

Aggiungiamo quindi i cubetti di melanzana, una spolverata di pepe e, a fuoco medio, facciamo andare (i nostri cubetti tenderanno ad assorbire l’olio della pentola ma non bisogna aggiungerne altro perchè le melanzane sono rinomate proprio per il loro “effetto spugna”).

IMG_7499

Occhio a spadellare e all’intensità della fiamma che è molto facile bruciacchiare il tutto.

Quando i cubetti avranno fatto la crosticina tipica della rosolatura possiamo versare una piccola quantità di  passata di pomodoro, quindi copriamo con un coperchio e portiamo avanti per circa 20 minuti a fiamma bassa aggiungendo 1 mestolo d’acqua.

IMG_7500

Regoliamo di sale e, al momento che ci saremo accertati che le nostre melanzane sono cotte al punto giusto, possiamo aggiungere qualche foglia di basilico e una manciata di pinoli, quindi spegnere e lasciare riposare.

Prepariamo una pentola con dell’acqua bollente, saliamola e tuffiamo i rigatoni all’interno.

Scoliamo la pasta al dente, e versiamo il tutto nella padella dove la passata avrà avvolto con dolcezza la melanzana e il basilico avrà sprigionato il suo profumo.

IMG_7503

Saltate il tutto mantecando con appena mezzo mestolo di acqua di cottura e nell’impiatto, terminate con una spolverata di  lievito alimentare in scaglie e noci tritate a punta di coltello.

IMG_7504

Stupirete chiunque sostiene che su pasta alle melanzane al sugo una grattata finale di ricotta salata dona il tocco di qualità.

V.

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sofia ha detto:

    ottima, ho provato la ricetta ieri ed è stata un successone!!

    Liked by 1 persona

    1. Chef V. ha detto:

      Grazie per aver voluto sperimentare! Sei stata gentilissima

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...