Timballo di patate vegan

Ecco a voi come realizzare un gustosissimo timballo di patate senza prodotti di origine animale.

Mi raccomando alla scelta della mozzarella di riso. Rigorosamente da adottare la fumè (sarebbe la variante affumicata) che servirà a dare quel tocco casereccio che farà la differenza.

Sorprenderete qualunque commensale soprattutto quando vi chiederà: “Che buono!!! Ma quei dadini dell’impasto non è mortadella?”

Ingredienti (per 4 persone):

1 kg di patateAvat_pag

1\2 spicchio d’aglio privato anima

50 ml di latte vegetale (avena o soia)

1 ciuffetto di prezzemolo

Wurstel vegetali (quelli a base di farro e soia andranno benissimo)

Mozzarella di riso “affumicata” (o fumè)

1 pizzico di curcuma in polvere

Pangrattato

Olio evo

Sale

Lessate le patate complete della loro buccia per 40 minuti circa o qualcosa in più.

Quando saranno ben cotte, potete o aspettare che si freddino lentamente oppure tuffarle in una capiente ciotola con acqua fredda di rubinetto e quindi farle raffreddare in maniera più veloce.

Nel frattempo tagliate a pezzetti tutto ciò che costituirà il ripieno e che darà gusto al vostro timballo.

Tagliate a cubetti la mozzarella di riso affumicata, procedete ugualmente con i wurstel vegetali a base di farro e soia che avrete fatto in precedenza rosolare in una padella per 5 minuti con cipolla e qualche vaporizzata di vino bianco.

wurstel in padella

Tritate finemente, sino a renderlo quasi impalpabile, mezzo spicchio di aglio privato dell’anima e in seguito un ciuffetto di prezzemolo

Pelate le patate e schiacciatele con una forchetta se dovesse piacervi un impasto più grossolano, o con uno schiacciapatate per averne uno di consistenza più fine e liscia.

schiaccia patate

In una ciotola unite le patate schiacciate ai vari ingredienti sopra descritti, mescolate bene con le mani e aggiungete un cucchiaio d’olio evo più mezzo bicchiere scarso di latte vegetale (latte d’avena o di soia “non dolcificato” andranno benissimo).

Aggiungete un pizzico di curcuma in polvere e regolate di sale il composto.

Quindi versatelo in una teglia che avrete precedentemente unto (sia il fondo che i suoi bordi in tutta la loro altezza) con olio evo.

Livellate e cospargete di pangrattato.

IMG_6232

Cuocete in forno preriscaldato a 180° C per 30 minuti abbondanti e terminate con il grill per altri 5/6 minuti per dorare la superficie e creare una gustosissima crosticina.

crosticina

Da servire preferibilmente caldo. Se realizzato per un buffet sarebbe invece da preferire il taglio in quadratini monoporzione a temperatura ambiente

impiatto

V.

Annunci

4 Comments Add yours

  1. stupendizia ha detto:

    Mi trovi completamente dalla tua parte immersa nella lettura delle tue gustose ricette.. L’umanità dovrebbe sferrare un attacco strategico contro i venditori di cibo-spazzatura, si tratterebbe di una conquista basilare ad iniziare dalle scuole dell’infanzia. Ma chi se ne preoccupa? Noi rimaniamo al nostro posto e, da bravi comandanti, lasceremo per ultimi la nave.

    Liked by 2 people

    1. Chef V. ha detto:

      Grazie per aver visitato il mio blog! Giustissime le tue osservazioni!

      Mi piace

  2. sherazade ha detto:

    Amo le patate in qualsiasi modo le si cucini ed infatti ieri sera ho fatto gli gnocchi….
    Sherabuonagiornata

    Liked by 1 persona

  3. Chef V. ha detto:

    Grazie Sherazade per esserti soffermata da queste parti!😉👍

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...